Con cosa sono rivestiti i seggiolini per auto?

Quando si comprano dei seggiolini per auto e ci si interroga sui tanti obblighi e sulle tante regole che vigono in materia, molto spesso si dimentica di un particolare che poi è quello che alle volte fa la differenza: vale a dire la comodità di un viaggio all’interno del seggiolino per auto da parte del bambino. Ovviamente la qualità dei prodotti fa la differenza e in questo senso quello che dobbiamo tenere a mente è sempre e comunque l’aspetto relativo alla composizione dei materiali e non solo. Entrano in gioco anche i rivestimenti.

Ma con che cosa possiamo rivestire i seggiolini auto?

Con cosa sono rivestiti i seggiolini per auto

La classica domanda che si fanno le mamme e i papà appunto è questa: con cosa sono rivestiti i seggiolini per auto? La differenza tra i materiali di rivestimento e ciò con cui noi stessi possiamo rivestirli è davvero sostanziale. In primis, andiamo a ricordare come i seggiolini sono rivestiti di una struttura di materiali più o meno standard, che va dalla plastica e da strutture metalliche e in alluminio che devono dare stabilità e consistenza a quella che è la struttura in termini di sicurezza e di protezione.

Per quanto invece riguarda la stabilità e il conforto, ovviamente, molto dipende anche dagli agganci e dalla cinture e ovviamente dai collegamenti isofix di cui devono essere dotati i seggiolini. Ma invece, per quanto concerne il conforto del bambino o della bambina nel salirci su?

Molti consigliano, e in effetti i grandi distributori fanno proprio questo, di collocare materiali e strutture di rivestimento che siano capaci di trattenere il calore e dunque di non essere invasivi tanto d’estate, quando occorre lasciar fresco l’ambiente, che di inverno, quando invece tessuti troppo freddi potrebbero danneggiare la gradevolezza del viaggio in auto del vostro piccolo o piccola. Ecco il motivo per cui si prediligono strutture in cotone plastificato ma non in acrilico, per fare in modo che il vostro bambino possa essere davvero nelle migliori condizioni.

Regole e normative

Naturalmente in ogni ambito, così come anche per i seggiolini per le auto esistono delle normative. Se vi occorre comprare dei seggiolini auto e interessarvi anche ai vincoli relativi ai rivestimenti, ecco tutte le novità.
Prima di acquistare un seggiolino è importante sapere che la normativa sui seggiolini auto ad oggi è in vigore da alcuni anni per poter concedere sicurezza e conforto in punta di diritto.

È vitale conoscere la normativa seggiolini auto per evitare di mettere a rischio il nostro piccolo durante i viaggi in macchina. Garantitevi, in primo luogo, che per il vostro bimbo si usi un seggiolino omologato e adatto al suo peso: questo in primo luogo è obbligatorio per legge e permette di proteggerlo da manovre brusche, frenate o impatti.

La legge italiana sui seggiolini per auto nel merito fa riferimento all’art 172 del Codice delle Strada. Con l’entrata in vigore, dal 14 aprile 2006, del Decreto Legislativo 13 marzo 2006 n. 150, è stato cambiato l’art. 172 del Codice della Strada: “Uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini”. In pratica, il significato della legge sui seggiolini per bambini verte su di una regola semplicissima: se ci si trova a sedere su un veicolo dotato di cinture di sicurezza, è obbligatorio per tutti, conducente e passeggeri, utilizzare le cinture e, nel caso di trasporto di bambini, è necessario adottare i sistemi di ritenuta idonei, vale a dire appunto seggiolini omologati o adattatori.

La norma inoltre precise:

  • I bambini di statura inferiore a 1,50 m devono essere ancorati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso, di tipo omologato secondo le normative stabilite dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, conformemente ai regolamenti della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite o alle equivalenti direttive comunitarie.

Quindi, in estrema sintesi, tutti i bambini dalla nascita fino a 1,50 m di statura devono essere assicurati al sedile con sistemi di ritenuta

  1. adeguati al loro peso;
  2. di tipo omologato.

Rivestire gli adattatori per bambini

Tutti noi possiamo comprare adeguate strutture, vendute in molti tipi di tessuto e di materiali, per rivestire anche gli adattatori per i bambini. In particolare però che cosa sono questi adattatori?

  • Gli adattatori per bambini (detti  anche cuscini da rialzo o alza bimbi) sono dei cuscini senza braccioli che innalzano il bambino di circa 10-15 cm per portarlo ad un’altezza adatta all’uso delle normali cinture di sicurezza. E tramite a questo supporto, infatti, che le cinture non possono far danno al bambino, toccandolo in punti scomodi o magari pericolosi ma passando al contrario in senso longitudinale al torace.

I rialzi sono omologati ai sensi del R44/04 e debbono essere usati solo per i bambini di altezza superiore ai 125 cm. I modelli di rialzi senza schienale per bambini sotto i 125 cm restano ancora in vendita sino ad esaurimento scorte.

Daniele Silvestri, giornalista freelance, esperto SEO e appassionato di tecnologia, informatica e prodotti settoriali in modo particolare inerenti al complesso ma affascinante mondo dell’e-commerce.

Già autore, editor e formatore in Academy, dedico il tempo libero all’approfondimento e alla ricerca delle innovazioni tecnologiche, cibernetiche e telematiche anche in ottica domotica, con una spiccata curiosità per tutto ciò che rientra nell’ambito della produzione di prodotti volti a rendere migliore e più fruibile la vita quotidiana di ognuno attraverso un sempre maggiore apporto della tecnologia.

Back to top
menu
Classifica Seggiolini Auto